Sport-Invernali.com
Home page ||||||||
Registrati alla newsletter "Last minute" Registrati alla newsletter informativa
Guida delle stazioni
Top 10 delle Stazioni
Alta Badia

Bormio

Courmayeur

Gressoney la Trinité

La Thuile

Livigno

Madonna di Campiglio

Sestriere

Val Gardena (Gröden)

Val Thorens

Affitti montagna e sci
Ricerca rapida
Destina
zione
  Regione, Stazione, ...

Astuzia: Si possono scrivere anche solo le lettere iniziali del nome ricercato.
Periodo dal (gg/mm/aaaa)
al (gg/mm/aaaa)
Tipologia
Numero di persone
Ai piedi delle piste da sci
Camino
Vasca idromassaggio
Ricerca avanzata

Offerte affitti montagna

Tutte le case vacanza


La vostra casa vacanze meno cara, in diretta con i privati
Meteo
Bollettini neve
Ski Test
Lo Ski Test ProSkiLab™ 2017

Tutti gli sci Uomo

Slalom

Performance Pista

Pista Gran Turismo uomo

Pista Evolution uomo

Gigante

All Mountain 70/30

All Mountain 50/50

All Mountain 30/70

Tutti gli sci Donna

Pista Gran Turismo donna

Pista Evolution donna

Tutti gli sci per marchio

Fischer

Dynastar

Rossignol

Völk

Elan

Stöckli

Blizzard

Nordica

Head

Scott

Zag

Black Crows

Vedere tutti gli ski test

Forum
Altri forum su skiforum.it
News sciare
Forum degli sciatori italiani
Forum attrezzatura, scelta e manutenzione
Mondo telemark
Reportage
Cortina d'Ampezzo
Tendenze skiwear 2011 -12
Freestyle
Tutti i reportage
Monginevro
Stazioni eco-sostenibili
L'igloo alloggio insolito
Lo sci alpinismo
Nuove discipline di discesa
Soccorritori alpini
La gestione della neve
L'Alpe d'Huez
Primi passi
Verbier
Skicross
Dietro le quinte di una stazione
Kozuf - Macedonia
La Grave - La Meije
I formaggi delle Alpi
Ischgl
Val Gardena
Caucaso
Chamonix
Eliski in Turchia
Lake Louise
Les Arcs 2000
Les Contamines Montjoie
Val d'Isère
Vallée Blanche
Lo zaino ABS
Sci Avventura
Lo sci in tutto il mondo
Eliski
Lezioni sci
Tutti i corsi
Tecniche di base
Le risalite
La postura di base
La curva breve
La curva condotta
Sciare in parallelo
Sciare con le gobbe
Sciare sulla neve ghiacciata
Sciare sulla neve polverosa
Lo scodinzolio
Lo stem
L'inversione di spigolo
Lo spazzaneve
La derapata
L'attraversamento
Materiale
Consigli abbigliamento
Consigli attrezzatura
Consigli
Sicurezza in montagna
Valanghe
Directory
Tutti i siti della directory
Affitto e vendita materiale
Fauna e flora
Foto di montagna
Guide alpine
Heliski
Maestri di sci
Sci club
Scuola di sci
Sport invernali
Stazione sciistica
Via Ferrata
Extra
Glossario sci snowboard
Sfondi per desktop

Lezioni di sci online di Sport-invernali.com
CORSO DI SCI ALPINO: SCIARE SULLA NEVE POLVEROSA
Generalità
Il piacere di sciare sulla neve polverosa è unico. Purtroppo la gente considera difficile questa disciplina, o addirittura al di là delle loro capacità. In pratica, lo sci sulla neve profonda è piuttosto facile da gestire, ma rimette in discussione alcuni principi tecnici fondamentali dello sci su pista.
Sci in 3D e controllo della portanza
Differentemente dallo sciatore su pista, che si sposta su una superficie piana dura o semidura, lo sciatore sulla polverosa deve evolvere su un terreno fluido, a volte eterogeneo. Lo sci sulla neve polverosa si pratica, come il surf, su tre dimensioni. Il controllo della portanza e quindi della profondità dello sciatore in relazione alla superficie della neve è primordiale. Questa dipenderà da fattori diversi quali il peso, la velocità, la densità della neve, la superficie e l'inclinazione degli sci.
Esercizio
Effettuate un attraversamento, con i piedi ben appiattiti sulle scarpe e gli sci paralleli, mantenendo un appoggio equilibrato sulle due gambe. Provate diversi pendii, Su quelli più ripidi andrete più veloci, e quindi i vostri sci andranno meno profondamente nella neve.
È importante notare che la portanza, e quindi la facilità che avrete a sciare su neve profonda, dipenderà dal tipo di sci utilizzati. Se volete divertirvi in maniera semplice e veloce, potete utilizzare dei "fat ski" o "fat boy's", che sono degli sci molto larghi, realizzati specificatamente per la polverosa. Sappiate comunque che è possibile sciare su neve polverosa con degli sci tradizionali. Dovrete semplicemente andare più veloci (e quindi su dei pendii più ripidi) per compensare la minore superficie degli sci.
Sci in appoggio sulle due gambe
Abbiamo già insistito lungamente sull'indipendenza delle gambe come una tra le tecniche di base fondamentali dello sci su pista. Per lo sci sulla neve polverosa, bisogna fare esattamente il contrario: il peso del corpo deve essere ripartito uniformemente su entrambi gli sci. Perche? Semplicemente perché la portanza di ogni sci è la stessa e deve quindi supportare una parte equivalente della massa dello sciatore. Se ciò non avviene, lo consaterete subito: uno sci affonda nella neve, mentre l'altro risale, e la caduta è inevitabile...
Esercizio
Su un piccolo pendio, effettuate un attraversamento con una velocità sufficiente da far sollevare gli sci, mantenendo un appoggio uguale sui due piedi. Questi devono restare alla stessa altezza.
L'equilibrio avanti/indietro
Sulla polverosa, l'equilibrio avanti/indietro è fondamentale. Troppo indietro (appoggio sul retro dello scarpone) gli sci impennano, aumentando così la loro portanza (possono uscire dalla neve), ma limitando il controllo. È il difetto di numerosi principianti.

Lo squilibrio in avanti è più raro, perché porta immediatamente a cadere. Gli sci si infilano nella neve e vengono frenati: lo sciatore, spinto dall'inerzia, cade in avanti.

La posizione ideale è questa: appoggio piatto sulle suola delle scarpe, forte appoggio delle tibie sugli spoiler, ginocchia molto piegate ed avanzate, busto leggermente inclinato in avanti, con le braccia avanzate.

Curva: i ruoli del busto, e dell'appoggio del bastoncino
Sulla neve polverosa, è consigliato inclinare precocemente il busto verso l'interno della curva. L'appoggio del bastoncino è essenziale, anche se questo è meno forte rispetto all'appoggio sulla neve compatta.
Esercizio
Su un piccolo pendio, con gli sci paralleli ed una velocità sostenuta, con le ginocchia in avanti ed un appoggio equilibrato su entrambe le gambe, piantate il bastoncino e piegate il busto verso l'interno della curva. Lasciate che i vostri sci accompagnino il movimento.
Curva: il ruolo della flessione/estensione
Avete senza dubbio già visto degli sciatori di fuoripista rimbalzare da una parte e dall'altra con degli scodinzolii. In effetti, per girare sulla neve polverosa, bisogna alleggerire gli sci. Per questo, è necessario un forte appoggio. Come potersi appoggiare sulla polverosa? La tecnica consiste nel distendere le gambe per schiacciare la neve sotto gli sci (estensione), per lasciare poi risalire le ginocchia (flessione) per far girare gli sci.
Esercizio
Su un pendio medio-debole, in appoggio omogeneo sui due piedi, schiacciate la neve, e poi alleggerite gli sci in maniera ritmata.
I sintomi di una buona applicazione dello sci su neve polverosa
Lo spostamento del busto all'interno della curva.

Un appoggio importante delle tibie sugli spoiler degli scarponi.

L'appoggio ripartito in maniera omogenea su tutta la superficie delle suola degli scarponi.

Le ginocchia molto in avanti, devono essere la parte più avanzata del vostro corpo.

L'appoggio, ripartito in maniera omogenea su entrambi gli sci, che aumenta d'intensità nella fase di estensione (schiacciamento della neve).

Il ritmo regolare della flessione/estensione che permette di concatenare naturalmente le curve.
©2003-2017 AKENA Technologies - Tutti i diritti riservati Info società | Contatti