Sport-Invernali.com
Home page ||||||||
Registrati alla newsletter "Last minute" Registrati alla newsletter informativa
Guida delle stazioni
Top 10 delle Stazioni
Alta Badia

Bormio

Courmayeur

Gressoney la Trinité

La Thuile

Livigno

Madonna di Campiglio

Sestriere

Val Gardena (Gröden)

Val Thorens

Affitti montagna e sci
Ricerca rapida
Destina
zione
  Regione, Stazione, ...

Astuzia: Si possono scrivere anche solo le lettere iniziali del nome ricercato.
Periodo dal (gg/mm/aaaa)
al (gg/mm/aaaa)
Tipologia
Numero di persone
Ai piedi delle piste da sci
Camino
Vasca idromassaggio
Ricerca avanzata

Offerte affitti montagna

Tutte le case vacanza


La vostra casa vacanze meno cara, in diretta con i privati
Meteo
Bollettini neve
Ski Test
Lo Ski Test ProSkiLab™ 2020

Tutti gli sci Uomo

Slalom

Performance Pista

Pista Gran Turismo uomo

Pista Evolution uomo

Gigante

All Mountain 70/30

All Mountain 50/50

Tutti gli sci Donna

Pista Gran Turismo donna

Tutti gli sci per marchio

Dynastar

Fischer

Head

Rossignol

Stöckli

Völk

Salomon

K2

Elan



Vedere tutti gli ski test

Forum
Altri forum su skiforum.it
News sciare
Forum degli sciatori italiani
Forum attrezzatura, scelta e manutenzione
Mondo telemark
Reportage
Cortina d'Ampezzo
Tendenze skiwear 2011 -12
Freestyle
Tutti i reportage
Monginevro
Stazioni eco-sostenibili
L'igloo alloggio insolito
Lo sci alpinismo
Nuove discipline di discesa
Soccorritori alpini
La gestione della neve
L'Alpe d'Huez
Primi passi
Verbier
Skicross
Dietro le quinte di una stazione
Kozuf - Macedonia
La Grave - La Meije
I formaggi delle Alpi
Ischgl
Val Gardena
Caucaso
Chamonix
Eliski in Turchia
Lake Louise
Les Arcs 2000
Les Contamines Montjoie
Val d'Isère
Vallée Blanche
Lo zaino ABS
Sci Avventura
Lo sci in tutto il mondo
Eliski
Lezioni sci
Tutti i corsi
Tecniche di base
Le risalite
La postura di base
La curva breve
La curva condotta
Sciare in parallelo
Sciare con le gobbe
Sciare sulla neve ghiacciata
Sciare sulla neve polverosa
Lo scodinzolio
Lo stem
L'inversione di spigolo
Lo spazzaneve
La derapata
L'attraversamento
Materiale
Consigli abbigliamento
Consigli attrezzatura
Consigli
Sicurezza in montagna
Valanghe
Directory
Tutti i siti della directory
Affitto e vendita materiale
Fauna e flora
Foto di montagna
Guide alpine
Heliski
Maestri di sci
Sci club
Scuola di sci
Sport invernali
Stazione sciistica
Via Ferrata
Extra
Glossario sci snowboard
Sfondi per desktop
Abbigliamento da sci e snowboard
L'ABBIGLIAMENTO DA SCI E DA SNOWBOARD
Caratteristiche generali
Per sciare o praticare lo snowboard in condizioni di sicurezza e confort ottimali, dovrete indossare un abbigliamento che vi protegga contro:
Il freddo (isolazione termica),
L'umidità esterna (tenuta, repellenza),
L'umidità interna (evacuazione del sudore),
Inoltre, i vestiti non devono scivolare eccessivamente in una caduta.
Protezione contro il freddo in montagna
Il principio di base, é che il migliore isolante contro il freddo é l'aria. Per questo motivo, l'abbigliamento da sci più efficace é quello che imprigiona grandi quantità di aria nelle sue fibre o materiali.
Il giubbotto
Il piumino d'oca o di anatra ha il miglior rapporto tra protezione e volume. Il giubbotto é quindi una scelta valida se é abbastanza spesso... Verificate comunque se le piume sono ben distribuite e se non fuoriescono dal tessuto. I giubbotti in ovatta sintetica hanno anch'essi un'isolazione termica elevata, ed hanno il vantaggio di una facile manutenzione. Un ultimo consiglio: non schiacciate troppo il vostro giubbotto quando lo piegate, perché col tempo l'imbottitura rischia di schiacciarsi e perdere così una parte del suo potere isolante.
Il polar
Il polar viene in seconda posizione. Resta un'eccellente scelta per la pratica dello sci e dello snowboard. Caldo, leggero e asciuga rapidamente, é particolarmente indicato per tutte le attività di montagna.

Attenzione ai prodotti di qualità mediocre (che sono numerosi...), molto propensi a formare delle palline di tessuto: le microfibre che fuoriescono dalla trama si annodano tra loro formando delle palline, e questo in seguito ad un'azione meccanica ripetuta (come il lavaggio o lo strofinamento). Il capo perde quindi una gran parte del suo potere isolante.

Un acquisto con garanzia di trattamento anti-palline (chiamato anti-pilling) é fortemente consigliato per questo tipo di prodotto, a causa dei diversi livelli di qualità presenti nel mercato. MALDEN é una marca di referenza, ma ve ne sono altre di buona qualità.

Per provare un polar, andate in un angolo discreto e strofinate due parti del tessuto per circa trenta secondi (controllatevi intorno, perché questo esperimento é in generale mal visto...) Se le parti interessate presentano delle palline, cambiate capo o negozio...

Attenzione: il polar é un tessuto ad alta carica statica. Non scegliete un parka con delle doppie maniche o un doppio corpo in polar: se sotto indosserete un altro polar, la vostra capacità di movimento sarà limitata.
Il maglione
Resta il buon vecchio maglione il cui valore é ben noto, ma a condizione di completarlo con un'efficace protezione contro il vento e l'umidità. La lana e, come seconda scelta, l'acrilico sono le materie più termoisolanti (un insieme dei due é un buon compromesso). Sceglietene uno a maglie strette e spesse.
Protezione contro l'umidità esterna
Per definizione, un tessuto é non impermeabile, perché tessuto! In effetti, la tessitura, fine per quanto sia, lascia degli spazi vuoti tra i fili (basta guardare un tessuto controluce per poterlo vedere). Per migliorare la capacità del tessuto a proteggere contro le intemperie, vengono utilizzate due tecniche:
Il trattamento idrorepellente
Questo trattamento consiste in un'applicazione superficiale di una sostanza idrofoba che lascia scivolare le gocce d'acqua. In nessun caso, questo procedimento rende il capo d'abbigliamento realmente stagno. In effetti, non appena il tessuto é sottoposto ad una pressione d'acqua troppo forte, questa finisce con l'infiltrarsi. Inoltre, questi trattamenti sopportano molto male i lavaggi in lavabiancheria (dopo circa 4 o 5 lavaggi, la loro efficacia é fortemente ridotta). Gli utenti dispongono comunque della possibilità di ritrattarli con dei prodotti in vendita nei negozi specializzati.

Alcuni trattamenti sono sia idrofobi che oleofobi, ovvero respingono anche il grasso, rallentando lo sporcarsi del tessuto.

La maggior parte dei vestiti concepiti per il fuori città e per lo sci di bassa o media gamma sono idrorepellenti. È bene notare che una gran parte dei prodotti vengono contraddistinti abusivamente come stagni o impermeabili, quando in effetti sono semplicemente idrorepellenti. Detto questo, un tessuto idrorepellente é ampiamente sufficiente per l'abbigliamento da sci di pista. Al contrario, un capo impermeabile é da preferirsi per le escursioni.

Per verificare l'idrorepellenza di un tessuto, inclinatelo a 45° e versate una piccola quantità di acqua. Se l'acqua scivola sul tessuto sotto forma di gocce, potrete considerare che si tratta effettivamente di un tessuto idrorepellente.

Le fibre e le membrane
L'impermeabilità é assicurata da una fibra in materia plastica applicata sul tessuto o da una membrana indipendente. Nel contesto di un utilizzo sportivo, é necessario scegliere una fibra o una membrana che permetti di respirare (che ovviamente sarà più cara...) di tipo GORE-TEX, ENTRANT, SYMPATEX,... che permette di evacuare il sudore sotto forma di vapore acqueo.

Per riconoscere un tessuto che abbia una fibra di questo tipo é necessaria una certa esperienza (il tatto e il rumore del tessuto sono caratteristici), oppure guardare l'interno del tessuto, che presenta un aspetto diverso rispetto all'esterno (spesso più bianco o più lucente). È chiaro che tagliare il vestito in negozio per poterlo vedere all'interno é un'operazione rischiosa... ma se siete curiosi, é sufficiente vedere l'interno sul cappuccio, nel caso in cui quest'ultimo non é rivestito.

Anche se il tessuto offre una protezione grazie ad una fibra o una membrana, le cerniere restano esposte all'acqua. Su alcuni capi creati per gli sportivi di alto livello o per gli escursionisti, le cerniere sono chiuse in maniera stagna da una striscia termocollante. In questo caso, si parla di "chiusure stagne" o "termocollanti".

Protezione contro l'umidità interna
In montagna, la protezione contro gli effetti della traspirazione é tanto importante quanto quella contro le intemperie, poiché per entrambi i casi bisogna evitare che il corpo si raffreddi perché inumidito.
Il compito dell'abbigliamento intimo
L'evacuazione del sudore comincia dalla pelle. L'umidità emanata dal corpo deve migrare verso l'esterno.

Gli intimi specializzati sono molto efficaci in materia. Soino costituiti da fibre idrofobe che spingono l'acqua veso l'esterno.

Il cotone, che invece é una fibra idrofila, ha la tendenza ad assorbire. In altri termini, sudando in un vestito in cotone senza aerazione che permetta l'evaporazione, resterete con tutta probabilità inumiditi sino alla fine della giornata (... e di avere un cattivo odore all'inizio della serata).

Ecco perché gli intimi in cotone sono sconsigliati.

Evacuazione del sudore
La traspiazione allo stato gassoso (vapore acqueo) può passare senza problemi attraverso il capo intermedio (che sia maglione o polar), ma, per essere evacuato, deve attraversare il tessuto esterno. Questo é possibile solo con un vestito confezionato con un tessuto con fibra o membrana respirante (cf. vedi sopra). Questi sono molto più cari rispetto alle fibre non respiranti (come quelle che caratterizzavano il vecchio k-way degli anni 80) che non si prestano alla pratica di attività sportive. In breve, se non volete investire una cifra importante nel vostro abbigliamento da sci, scegliete più semplicemente un prodotto idrorepellente.
Tessuti ruvidi non scivolosi
Questo punto può sembrare poco importante. Eppure esiste un legame diretto tra il tessuto col quale viene confezionato un vestito e la capacità dello sciatore a fermarsi dopo una caduta. Un certo numero di incidenti, a volte drammatici, sono causati da vestiti confezionati con tessuti fini e scivolosi (come ad es. le giacche a vento). Privilegiate categoricamente un tessuto che presenti una certa ruvdità al tatto...
Tuta o completo?
È la domanda sempre ricorrente... Dal punto di vista della protezione, non esistono differenze sensibili; tutto dipende dalle materie utilizzate e dalle diverse caratteristiche del capo. L'insieme pantalone-giaccone presenta tuttavia due innegabili vantaggi: é più alla moda e permette una migliore modularità.
I consigli di SPORT-INVERNALI.COM
Intimo idrofobo in Carline
Evacuazione del sudore
Giacca in polar
Protezione dal freddo
Giubbotto impermeabile respirante, caldo, e poco spesso
Protezione dal vento e dalle intemperie
Pantalone doppio e caldo
Protezione dal freddo, dal vento e dalle intemperie
©2003-2019 AKENA Technologies - Tutti i diritti riservati Info società | Contatti